martedì 30 aprile 2013

IKEA NUOVA COLLEZIONE STOCKHOLM

4 COMMENTI
Avete già avuto occasione di guardare la collezione Stockholm di Ikea? E' la nuova collezione di mobili di qualità più alta, realizzata con materiali migliori sia all'interno che all'esterno. Il prezzo? più alto ma accessibile!
Questi sono i prodotti che preferisco! Il tappeto giallo in particolare ma... al mio Mr. non piace!! nuooo!!!

Source: photos www.ikea.it - collage seaseight

lunedì 29 aprile 2013

BLOGGER HOUSE // LA VIA DI MAYA

4 COMMENTI
Il blog di Marina Agazzi, una giovane fashion e costume designer, è la vetrina creativa di questa ragazza, in arte Fiammetta Marina, dallo stile un po' dark ma dalle influenze orientali.
Di cosa tratta il suo blog? E' nato come spazio in cui scrivere di varie cose inerenti ai suoi interessi, come moda, costumi teatrali e cinematografici, cinema, letteratura e spazio per pubblicare i suoi outfits. Con il tempo ha cominciato ad inserire anche i suoi lavori (abiti e costumi fatti da lei) attraverso una galleria e un portfolio. A breve inserirà anche una parte relativa allo shop online in cui vendere le sue creazioni. Non vediamo l'ora!
Da neanche un mese Marina si è trasferita nella nuova casa con il proprio ragazzo, perciò ora sbirceremo tra i suoi angoli preferiti, studiando il suo stile e le sue scelte. Di seguito l'intervista. Buona visione e buona lettura!

Mq della casa? A dirti la verità non lo so di preciso, comunque è minuscola! Azzardo un 40 mq. Il conteggio è difficile da fare anche perchè la casa è composta da due parti: un monolocale mansardato e una torretta a due piani. La piccolezza è compensata però dall'originalità della struttura e dall'essere in una zona centrale di Milano molto bella (Porta Genova e Navigli).
Lo stile della tua casa: Direi che tutta la casa segue lo stesso stile: creativo, retrò e vintage (parecchi dei mobili che si son presi sono d'antiquariato). C'è poi da dire che la casa ha una struttura talmente  particolare, piccola e con misure fuori dall'ordinario che spesso a dettar legge sulla scelta dei mobili è stata lei. Entrando un po' nel dettaglio, va precisato che in questa casa vivo con il mio ragazzo e il monolocale è la parte in cui dormiamo e mangiamo, mentre nella torretta ci lavoriamo: al primo piano ho il mio spazio in cui disegno e creo abiti, al secondo e ultimo invece c'è il suo studio di animazione. 
Detto ciò, la stanza da letto segue molto lo stile della casa: mobili piccoli, di legno e colori intonati alla struttura. Come si vede dalle foto ci sono le travi a vista e il soffitto si abbassa parecchio. Visto che l'armadio non ci stava (ebbene sì, e questo all'inizio mi è parso un dramma), si è optato per gli stendini con gli abiti a vista, si sono sfruttate le scatole e si è comprata una cassettiera di inizio novecento trovata al mercato dell'antiquariato che c'è ogni fine mese a Milano. 
Ho sempre amato molto lo stile giapponese e la soluzione del futon era perfetta per questa stanza. 
Mi piace molto l'idea di utilizzare le travi come libreria: il tutto dona alla stanza un tocco di stile personale. Anche nella mini cucina e nel bagno ci sono mobili antichi e di legno provenienti da mercati d'antiquariato e vintage.
L'altra mia stanza invece è quella nella torretta in cui lavoro e creo. Lo stile di alcuni mobili è più funzionale visto che nello stesso spazio disegno, faccio cartamodelli, cucio, stiro e fotografo. 
Anche lo studio del mio ragazzo ha uno stile personalissimo, un po' dark e molto creativo: trabocca di libri, fumetti, dvd, lanterne e vari oggetti. C'è poi tutto un angolo dedicato alla musica (suoniamo entrambi) e il cannocchiale. C'è da dire che già la stanza di per sé, con le sue 8 finestre e il soffitto di legno, crea un'atmosfera unica.
Il tuo pezzo d'arredamento preferito: Difficile da dire... mi piacciono tante cose, visto anche che le abbiamo comprate da poco! Beh, ti dico la cassettiera antica che c'è in camera, forse perchè è il primo mobile che abbiamo preso insieme e che ha sancito la nascita di tutto il resto. Poi amo tanto le travi-libreria e il manichino in camera.
Qualcosa che hai faticato ad avere: Nei primi tempi di trasloco le cose che si fanno sempre più fatica ad ottenere sono di ordine pratico. La lavatrice è stata un'epopea, internet pure e ora sarà la volta dell'aria condizionata.

Qualcosa di cui ti vergogni del tuo interior design:
Mah, devo dire che non mi vergogno di nulla in particolare :) Beh, penzolano ancora dei fili, ma come ho detto ci siamo trasferiti da poco e ci sono ancora alcune cose da sistemare.

Qualcosa DIY: Tralasciando gli abiti e i disegni che si vedono nel mio spazio, tutte le tende, i copricuscini e il copriletto li ho fatti io.
Qualcosa che ti piacerebbe avere ma ancora non hai: Mi piacerebbe molto avere una vasca con i piedini nel bagno del monolocale, ma purtroppo è un sogno irrealizzabile perchè non ci sta (come ho detto è la casa a dettar legge!). In futuro mi piacerebbe comprare un bel mobiletto in legno a tre gradini della Maisons du Monde e dei cuscini grandi e decorativi da mettere in camera da letto sul tappetto e che facciano un po' da divano o poltrona. 
Source: photos ©Marina Agazzi - La via di Maya Blog.

mercoledì 24 aprile 2013

LIGHT DESIGN // IMPARIAMO AD USARE LA LUCE IN CASA

5 COMMENTI
Quante persone mi chiedono consigli sui lampadari! Sono talmente tante che oramai siamo tutte diventate desperate... 
housewives :D  A parte gli scherzi credo che la scelta del lampadario giusto sia più difficile di quel che si pensi.

Vi è mai capitato di averne sbagliato la scelta e dunque l'acquisto? Troppo spesso ci facciamo abbagliare dalla bellezza del prodotto, senza pensare in primis alla sua funzionalità e al motivo per il quale dobbiamo comprarlo.

Ecco perché in questo post volevo aiutarvi nella scelta, indicando una serie di regole e domande da seguire prima dell'acquisto.

First of all, è necessario sapere come organizzare gli spazi in casa. In base a questo, scegliete i punti luce. Mettete su carta le vostre stanze e indicate dove disporre i mobili, e quali saranno, dunque, i punti funzionali, ossia la posizione di: tavolo da pranzo, divano, televisione, cucina, letto, ecc.

Si potrà dunque scegliere tra:

1 // Luce diffusa, lo dice la parola, diffonde la luce privando l'ambiente di ombre marcate. Si ottiene con lampade trasparenti o con lampadine a vista. Si parla di illuminazione generale.
2 // Luce diretta può essere usata, per esempio, sopra il tavolo da pranzo o sopra la scrivania. E' quell'illuminazione che si dirige in avanti e dunque viene proiettata direttamente su una zona precisa. Si parla di illuminazione direzionale.
3 // Luce indiretta illumina solamente grazie alla riflessione su un'altra superficie, che a seconda di quest'ultima viene ridefinita. Per esempio se avete una parete rossa, la luce riflessa prenderà tonalità calde. Si parla di illuminazione a riflessione.
Analizziamo ora nel dettaglio gli ambienti principali:

5 // Illuminare la cucina: oltre ad una luce centrale diffusa, o eventualmente se c'è il tavolo da pranzo, una luce diretta sopra esso, è necessario porre dei faretti nella parte del banco da lavoro, sottostante ai pensili. Purtroppo molto spesso i faretti vengono posti sopra, creando così delle ombre poco funzionali.
6 // Illuminare il salotto: è la stanza secondo me più difficile perché ha molteplici funzioni. Qui ci si ritrova per chiacchierare con gli ospiti, per guardare la televisione, per leggere, per rilassarsi, ecc. Non spaventatevi quindi se si dovranno optare per diversi punti luce, utilizzando un mix giusto di luce diretta, indiretta e diffusa, tutto ovviamente rapportato alla posizione dei mobili. Per esempio per non avere fastidiosi riflessi nel televisore, sarebbe bene utilizzare una luce soffusa, magari con una piantana. I faretti (incassati o su binario) possono essere utilizzati per l'illuminazione generale dell'ambiente. Lampade da tavolo usate come punti luce per angoli lettura e relax.

©Paul Burns Getty
7 // Illuminare la camera: lampadario in centro stanza sì o no? A mio parere è una domanda più che lecita. La risposta? Dipende da cosa c'è nella camera, ossia: armadio o non armadio? Se non c'è prettamente la necessità di avere un'ampia illuminazione per scegliere tra un vestito nero e uno antracite ;-) potete optare per delle lampade da comodino e una piantana per esempio. Altrimenti sì al lampadario centrale oppure delle applique lungo le pareti!
8 // Illuminare il bagno: lo specchio deve risultare ben illuminato, quindi con una fonte di luce centrale o due ai lati dello specchio possono bastare. Aggiungerei  una plafoniera o sospensione in centro stanza et voilà, anche il bagno è risolto. Ultimamente si usano molto spesso i faretti anche in bagno. Mi raccomando incassati in un controsoffitto in cartongesso anti-umidità e non con i binari.
Nel prossimo post "Light Design" invece altri lampadari di diverse marche, anche low cost! Stay tuned!


Source: info www.idealuceonline.it - photos www.luceacasa.it, www.myhomerocks.com, www.furniture.trendzona.com, www.designyourinteriors.com, www.carminatiesonzogni.it, www.minimalisti.com, www.home-designing.com, www.budgetdecorating.about.com, www.newhotelus.com, www.houzz.com, www.boowenzi.com, www.dhindia.com, www.contests.about.com, www.arcadianhome.com 

lunedì 22 aprile 2013

5 IDEAS TO STEAL // WEEK 2

6 COMMENTI
1 - Sinceramente non ho mai pensato di fissare i palloncini con dei nastri di diverse lunghezze, ma soprattutto fissarli con dei pesi. Non trovate che l'effetto finale sia davvero incantevole e poco infantile?
 2 - La maggior parte delle volte trovo il corrimano un po' demodé, ma questo è fantastico! Sarà che adoro il legno naturale e ancora grezzo. Cosa ne pensate?
 3 - L'orto a portata di mano, nelle cassette del vino è geniale! Niente aiuole da zappare e il minimo indispensabile nel terrazzo, fuori dalla cucina, o dove volete.
4 - Avete dei vecchi libri? Ritagliateli (con santa pazienza) e create la lettera che più vi rappresenta.
5 - Anziché illuminare il tavolo da pranzo con una sospensione, c'è la possibilità di usare una piantana con braccio pieghevole o ad arco.

Alla prossima settimana!

Source: photos www.79ideas.org, www.remainsimple.tumblr.com, www.style-files.com, www.wewastetime.wordpress.com, www.79ideas.org