mercoledì 28 settembre 2011

FASHION // I LOVE THIS COLLECTION

10 COMMENTI
E' stato amore a prima vista. Vorrei vestirmi sempre così quest'inverno. Grazie .normaluisa.
Voglio una gonna lunga plissettata di lana. Non importa se sono bassa e sembrerò Cucciolo.

  

  
  

  

  

  

  
Source: www.vogue.it/sfilate

lunedì 26 settembre 2011

BLOGGER HOUSE // THE STYLE HELP

15 COMMENTI
Sorpresa! Questa volta non ho aspettato due settimane per pubblicare un nuovo post di questa rubrica. Quando ho visto le foto dell'appartamento di Simona di The Style Help ho deciso di condividerlo subito con voi.

L'idea di abbinare l'antico e il nuovo mi piace molto! E poi devo dire cara Simona che hai dei pezzi davvero fantastici! Segnerò sotto le foto i miei preferiti.
Ma dicci, in quale mercatino o negozio hai trovato questi fantastici pezzi? 

Nome: Simona

mq: 80

Lo stile della tua casa: lo stile della mia casa è un vero melting pot tra antico e moderno. Mi piace mixare, sdrammatizzare il rigore dell'antico unendolo a qualcosa di molto lontano da quel mondo. E' difficile quindi chiudere la mia casa dentro ad un'unica etichetta di stile. A volte quando guardo l'arredamento e gli oggetti che sono così diversi tra loro...dubito di essere una persona equilibrata! :)

Ispirazioni: seguo sempre e comunque l'istinto. Vedo qualcosa che mi piace, magari in un posto dove mai me lo sarei aspettato, e lo compro. Magari senza nemmeno sapere bene dove lo metterò. Questo può succedere nella mia città o in giro per il mondo. I viaggi sono nutrimento e una grande fonte di idee. La mia casa è sempre in divenire, in continuo cambiamento. Cambio la posizione dei mobili e degli oggetti per rinnovare senza necessariamente dover comprare qualcosa di nuovo. Una mattina mi sveglio e modifico tutto. Se tra 6 mesi mi richiederai le foto della mia casa probabilmente saranno diverse da quelle di oggi!

Il tuo pezzo d'arredamento preferito: sono cinque le mie cose preferite in questo momento. La poltrona verde acido, che illumina di colore la mia sala. 
Dove l'hai scovata? stupenda!

I tavolini: quello di specchio, arrivato a casa mia direttamente dagli anni '20. 

Quello decò che "vive" nella mia camera con sopra la tv...
Adoro!! 
... e quello ultra-moderno di acciaio e vetro che invece "abita" in bagno.
Il comò in bagno è un TIP che ho segnalato nel post Tv Interior Design - The Holiday, veniva proposto nel cottage di Iris/Kate Winslet.
Il porta gioielli è un ottimo DIY, come consigliato
qui.
Ed infine il mobile con lo specchio sopra, che io ho rivisitato usandolo come magazzino per le mie borse.
Lo specchio anni '60 è lo stesso che ho trovato nel negozio Caprice Vintage a Nizza!
Mobiletto della Kartell.
Qualcosa che hai faticato ad avere: la lampada disegnata da Jean Paul Gaultier per Roche Bobois. E' stato amore a prima vista ma il prezzo era proibitivo. Ho aspettato un pò, ci ho girato intorno andandola a vedere e rivedere, ho rimuginato...ma alla fine l'amore ha vinto su tutto!
Decisamente particolare!
Qualcosa di cui ti vergogni del tuo interior design: la mia libreria che esteticamente non amo. E' stato un acquisto fatto di fretta, per la necessità, che dovevo cambiare subito ma che, come spesso accade, poi viene rimandato. Infatti ho deciso di mostrarvi solo la vetrinetta contenente i libri d'arte e non la vera e propria libreria!

Mi vergogno anche del disordine che a volte regna nella mia cabina armadio, ne ho fotografato solo un piccolo scorcio.
Il manichino sartoriale dà un tocco in più!
Qualcosa DIY: la scarpiera laccata fucsia. Ho dovuto lottare con il falegname affinchè seguisse dettagliatamente il mio disegno e soprattutto per convincerlo che la volevo proprio di quel colore. Me l'ha chiesto almeno 5 volte se ero sicura!


Qualcosa che ti piacerebbe avere ma ancora non hai: sono nel mood dell'illuminazione in questo momento. Un oggetto che desiderei avere, seppur ormai molto inflazionato, è la lampada Fil de Fer.

Adoro anch'io!!!
Ed uscendo dall'illuminazione, prima o poi mi acquisterò qualcosa per riempire la mia camera da letto che al momento, essendo grande, è abbastanza vuota. Come testimonia la foto, letto a parte, ci sono solo un comò, un settimino completamente rosso ed il tavolino decò. Il problema è che devo ancora decidere cosa comprare! Consigli??

Se posso permettermi, cara Simona, io ci vedrei bene una poltroncina anni '50 rossa. Per esempio questa, che puoi trovare qui. Ha una linea che ricorda il tavolino porta tv. E' rossa come il settimino e poi diciamocelo, il modernariato ha delle linee davvero... moderne :)

Oppure, una chicca potrebbe essere la favolosa rocking chair di Charles & Ray Eames. Una replica la puoi trovare qui.

Volevo inoltre suggerirti, visto che non sei pienamente convinta della tua libreria, di optare per la STACKED libreria di Muuto (79,00 € circa al pezzo).


E se non vuoi spendere tanto c'è sempre il DIY grazie ad Ikea!

Source: photo TheStyleHelp©, Fil De Fer photo www.castellanismith.com, photo red armchair www.retrodesign.it, rocking chair Charles & Ray Eames www.detnk.com, Muuto bookcase www.trend-house.it, Ikea diy www.livethemma.ikea.se

lunedì 19 settembre 2011

BLOGGER HOUSE // LIVE FROM HAMBURG

13 COMMENTI
La rubrica che spia le case delle blogger è tornata! Dopo aver chiuso per ferie, riapriamo oggi con la nuova casa amburghese di Piperpenny.

Nel suo blog personale Live From Hamburg, si può scoprire il suo amore per i viaggi, per i libri, la moda e molto altro ancora. E questo si rispecchia nella sua casa. Devo dire che il suo stile per l'arredamento d'interni mi piace, ma è la ricerca per il dettaglio che ci accomuna.

Vi lascio con l'intervista e le foto! Buona lettura e buona visione :)

Nickname: Piperpenny

Mq: 90
Lo stile della tua casa: Molto Piperpenny! Hahahaha, no non ho manie di grandezza, è solo che non sono una fan di uno stile in particolare. Molti stili hanno qualcosa d'interessante (anni '50, shabby chic, etnico, ecc...), ma non ne ho uno preferito, inoltre le case o le stanze arredate seguendo un solo unico stile, dove tutto è coordinato, mi annoiano un po'. Mi piacciono elementi provenienti da vari stili , ma soprattutto mi piace mescolare cose anche molto diverse tra loro per ottenere un risultato personale che mi rispecchi e che mi faccia stare bene. Per me è fondamentale stare in un ambiente che mi dia benessere e che io senta davvero mio, non mi interessa che la mia casa sia "da catalogo". Non credo che ci sia altro modo per descrivere lo stile di casa mia se non "molto personale". Inoltre, essendoci trasferiti meno di un anno fa, ogni stanza è ancora un work in progress. Ma la vita lo è sempre, quindi...
Ispirazioni: Non so mai prevedere dove troverò ispirazione: può essere un film, una rivista, un viaggio, un negozio, una pubblicità, un viaggio che faccio, una persona che conosco, un'immagine che vedo per caso... qualsiasi cosa. Dal momento che ho gusti piuttosto variegati, non riesco ad ispirarmi a qualcosa di preciso come uno stile, un colore, un periodo storico, un trend. Certo è che i viaggi sono la mia grande passione e influenzano vari aspetti della mia vita, anche casa mia. Sogno infatti una casa arredata con pezzi trovati nei miei viaggi in giro per il mondo, dall'Asia all'America, da nord a sud. Questa però è una cosa realizzabile in molti anni e io ho appena cominciato: per ora i "trofei dei miei viaggi si limitano a piccole cose, come i poster di Kandisky presi al MoMA e al Guggenheim di New York e ad un quadro di Hong Kong dipinto a mano, preso a Hong Kong appunto. Anche il tema dei materiali naturali ed ecocompatibili mi sta a cuore (in generale e quindi anche nell'arredamento), ma tristemente ho scoperto che questa è una strada ardua da percorrere. Mi sembra però che qualcosa stia cominciando a muoversi. Se devo dire qualcosa che mi ha ispirata ultimamente a livello estetico è il film "Last Night": una fotografia splendida e un genere di interni che mi piace molto.



Il tuo pezzo d'arredamento preferito: È difficile isolarne uno solo: scelgo quasi tutto con cura e mi affeziono agli oggetti. Potrebbe essere la piccola cassettiera che viene dalla Danimarca, sembra uscita dal libro "Alice nel paese delle meraviglie" e quando la guardo mi mette di buon'umore. (L'adoro!! La voglio!! ndr)
Ma anche lo scrittoio che mi è stato tramandato e che ho riadattato a vanity e a cui ho abbinato una sedia finto Louis XIV decisamente poco sobria e una stampa di uno dei miei quadri preferiti, il "caffé di notte" di van Gogh: ho creato un angolo accogliente, caldo e rilassante, dedicato al make up e alla cura di me, e poi adoro usare oggetti pensati per una funzione in modo del tutto diverso! 
Vado fiera per esempio di aver adibito i davanzali della camera da letto a scaffali per i libri, adoro il risultato, lo trovo particolare, di carattere, e poi secondo me i libri riscaldano qualsiasi ambiente, infatti a casa mia ci sono pile di libri e riviste ovunque, soprattutto per terra. 
Amo molto anche il nostro spremi agrumi meccanico: la sua forma minimale e le linee pure e semplici mi tranquillizzano. 
E mi fa impazzire anche il poster della mostra "pop life" dedicata alla pop art che sono andata a vedere qui alla Kunsthalle di Amburgo.
Qualcosa che hai faticato ad avere: La piccola cassettiera danese di cui sopra. l'avevo già puntata in un negozio molto particolare che c'è qui ad Amburgo, uno di quelli che hanno cose incredibili, ma prezzi inavvicinabili. Sono andata a vedermela più volte, ma me ne andavo ogni volta col cuore spezzato perché quel prezzo decisamente non giustificava un colpo di testa. Un giorno sono entrata in un outlet vicino a casa e l'ho vista ad un decimo del prezzo, ma un po' rotta. Non mi sono lasciata scoraggiare: l'ho presa, sono riuscita a sistemarla e ora non solo è mia, ma ha anche un valore affettivo aggiunto e un che di "vissuto". 
Qualcosa di cui ti vergogni del tuo interior design: Il bagno, perché non ha nessun tipo di interior design: è ancora nelle stesse condizioni di quando siamo arrivati, ossia quasi del tutto privo di mobili. A parte lo specchio e un paio di mensoline (tutto made in Ikea) appoggiamo ancora le cose sul lavandino e agli angoli della vasca da bagno. Non è nemmeno un work in progress perché il lavoro lì non è nemmeno cominciato: non abbiamo ancora trovato nulla che ci piaccia. Mi vergongo talmente della situazione di questa stanza, che non ho nessuna intenzione di mostrarvela.
Quasi stesso discorso per la stanza degli ospiti: quando ci siamo trasferiti nel nuovo appartamento, ci siamo trovati con una stanza in più rispetto a prima. Per il momento ci sono mobili vecchi che erano nella camera del piper-marito quando viveva con i suoi genitori; abbiamo intenzione di renderla carina, una specie di stanza ospiti barra studio, ma ci vorrá del tempo.
Ah, e poi ci sarebbe la statua di un pinguino a grandezza naturale...Ahem. Impazzisco per i pinguini, li amo molto, tanto che sul mio blog ogni lunedì mattina (dall'autunno alla primavera: ora siamo in pausa estiva) pubblico la foto di un pinguino per iniziare bene la settimana, questa rubrica si chiama "Penguin Monday". Quando ho visto questa statua ad un mercatino delle pulci non ho saputo resistere, riuscendo addirittura a passare sopra al fatto che gridava "kitch" a pieni polmoni. Sono andata in giro per il resto del giorno con un pinguino sotto il braccio. Benché me ne vergogni, non riesco a liberarmene. L'ho chiamato Ferdinando Magellano.
Qualcosa DIY: Come dicevo, il mio amore per i viaggi influenza la mia vita in molti suoi aspetti. Adoro esporre in casa cartine, atlanti, mappamondi e sono sempre alla ricerca di valigeria vecchio stile, da usare per riporvi cose varie, lasciandole in giro per casa per dare stile all'ambiente. Ispirata da un'immagine vista su internet, ho creato questo quadro fatto con delle cartine a forma di cuore. Ogni cartina rappresenta un posto caro a me e al piper-marito. Ho pubblicato procedimento e istruzioni in questo post. 



Qualcosa che ti piacerebbe avere ma ancora non hai: C'è un pezzo d'arredamento che desidero da tempo e che so prima o poi sará mio: le Ghost Chair di Kartell. Mi piacciono sia le Louis Ghost, sia le Victoria, l'importante è che siano completamente trasparenti, non colorate. Mi piacerebbero intorno all'enorme tavolo di legno scuro, creerebbero un contrasto stupendo. Ma per cominciare me ne basterebbe una per la cabina armadio e una per la scrivania.
E da quando ho visto il tuo post sugli interni delle case di Gossip Girl, sogno dei comodini come quelli della camera di Serena van der Woodsen! ;-)

Mi permetto di pubblicare anche le foto della Piper Cabina Armadio (mi sembra di parlare della Bat Caverna :D) che trovo davvero deliziosa!









Source: photos ©Piperpenny